Questo articolo ha una media di giudizio:
 ( 5 )

  Articolo redatto da:
  Avv. Pierluigi Guerriero



omessa comunicazione dei dati del conducente

31/05/2018 -

Art. 126 bis CDS - omessa comunicazione dei dati del conducente - presunzione uris et de iure di responsabilità - esclusione - incapacità del proprietario di identificare il conducente - esenzione dalla responsabilità – valutazione del giudice di merito - ammissibilità.

***
BREVE NOTA
Interessante e attuale decisione della Suprema Corte quella contenuta nell'ordinanza 9555/18 (liberamente fruibile sul sito della Cassazione) che, anche attraverso una lettura delle norme alla luce di precedenti interventi della Corte Costituzionale esprime, all'esito di un chiaro e condivisibile percorso logico, un principio di diritto particolarmente efficace che si riporta, pertanto, integralmente: << Ai fini dell'applicazione dell'articolo 126 bis C.d.S., occorre distinguere il comportamento di chi si disinteressi della richiesta di comunicare i dati personali e della patente del conducente, non ottemperando, così, in alcun modo all'invito rivoltogli (contegno per ciò solo meritevole di sanzione) e la condotta di chi abbia fornito una dichiarazione di contenuto negativo, sulla base di giustificazioni, la idoneità delle quali ad escludere la presunzione relativa di responsabilità a carico del dichiarante deve essere vagliata dal giudice comune, di volta in volta, anche alla luce delle caratteristiche delle singole fattispecie concrete sottoposte al suo giudizio, con apprezzamento in fatto non sindacabile in sede di legittimità>>.

Resta dunque fermo il principio per il quale è sanzionabile la condotta di chi semplicemente non ottemperi alla richiesta di comunicazione dei dati personali e della patente del conducente laddove chi vi provveda, benchè in termini negativi può, all'occorrenza, far valere le ragioni del proprio impedimento innanzi al giudice di merito a cui spetta la valutazione in fatto circa la meritevolezza o meno della argomentazioni addotte a sostegno della mancata indicazione dell'effettivo trasgressore.

Avv. Pierluigi Guerriero


Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.