Questo articolo ha una media di giudizio:


  Articolo redatto da:
  Avv. Massimo Zizzari



Il marchio complesso è un marchio forte?

31/05/2018 - Cassazione civile sez. I - n. 12368 18/05/2018

La qualificazione del marchio complesso secondo la giurisprudenza di legittimità

La più recente pronuncia della giurisprudenza di legittimità in tema
di segni distintivi, ha confermato l’orientamento della Suprema Corte
in merito alla qualificazione del cosiddetto marchio “complesso”
(Cass. 10071/2008; Cass. 26420/2010; Cass. 1249/2013; Cass.
5099/2014). Nonostante tale marchio derivi dalla combinazione di più
elementi, ciascuno dei quali dotato di capacità caratterizzante e
suscettibile di essere autonomamente tutelabile, non necessariamente è
da qualificarsi come un marchio forte. Secondo i Giudici di
legittimità, infatti, può dirsi tale solo la combinazione di segni che
rivesta un particolare carattere distintivo in ragione
dell'originalità e della fantasia nel relativo accostamento; laddove
non sussista una particolare forza individualizzante della
combinazione, il marchio non potrà che qualificarsi come debole (tale
seconda fattispecie si differenzia, peraltro, dal marchio di insieme
in ragione del fatto che i segni costitutivi di quest'ultimo sono
privi di un'autonoma capacità distintiva, essendolo solo la loro
combinazione). Di seguito si riporta il testo integrale della
sentenza.

MARCHIO E ALTRI SEGNI DISTINTIVI - MARCHIO (TIPOLOGIE DI) - COMPLESSO

Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.