Questo articolo ha una media di giudizio:


  Articolo redatto da:
  Avv. Omar Castagnacci



Il Giudice di Pace e le opposizioni a sanzioni amministrative

08/06/2018 - Giudice di pace di Roma, sentenza n. 17454/2018 - Legittimità delle maggiorazioni ex art.27 l.689/81 ed applicabilità dell'art.25 d.p.r.602/73 alla riscossione dei crediti derivanti da violazioni del Codice della strada

Con la sentenza in commento (n.17454/2018) il Giudice di Pace di Roma affronta tutta una serie di problematiche legate alle opposizioni ad atti di riscossione. In prmo luogo ribadisce che, indipendentemente dall'indicazione fornita dall'attore il giudice dovrà valutare le eccezioni sollevate in ragione della loro natura, qualificando l'azione come opposizione agli atti esecutivi e quindi soggiacente al termine di cui all'art. 617 c.p.c. ovvero quale opposizione all'esecuzione ex art.615 c.p.c. Superata detta verifica la sentenza afferma l'inapplicabilità dei termini previsti dall'art.25 d.p.r.602/73 prevista, per giurisprudenza consolidata, solo all'iscrizione nei ruoli esattoriali dei crediti di natura tributaria. Da ultimo il Giudice di pace afferma la legittimità delle maggiorazioni di cui all'art.27 l. 689/81 in quanto le stesse rappresentano una sanzione accessoria, predeterminata dalla legge, che costituisce la naturale e giuridica conseguenza del mancato pagamento tempestivo della sanzione principale.

Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:
adriano simonetti (26/07/2018 - ore: 15:35)
il giudice non ha tenuto conto del tasso praticamente da "usura" - 20 % annuo - cui soggiace il sanzionato dal momento in cui la multa è esigibile a quello in cui l'importo viene iscritto a ruolo - generalmente dopo 4/5 anni - per cui la sanzione finale quasi si raddoppia in sede di notifica della carttella esattoriale. Inoltre, trattandosi le maggiorazioni delle vere e proprie "sanzioni" che si aggiungono a quella originaria, si pone il problema dell'applicabilità dell'art. 9 della L. 689/1





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.