Questo articolo ha una media di giudizio:


  Articolo redatto da:
  Avv. Omar Castagnacci



La decadenza dall'opposizione nel giudizio di opposizione a cartella di pagamento

08/06/2018 - Giudice di Pace di Roma Sentenza n.17488/2018 del 23.05.2018

Con la sentenza in commento il Giudice di Pace ha affermato come, stante la pronuncia delle SS.UU. n.22080 del 22.09.2017, l'opposizione a cartella di pagamento emessa per la riscossione di crediti derivanti da violazioni del Codice della Strada deve essere proposta ai sensi dell'art.7 d.lgs.150/2011 e non secondo le modalità di cui all'art. 615 c.p.c., tutte le volte che la parte deduca quale vizio l'omessa notifica del verbale. Ciò stante, in detto caso, l'opposizione soggiace al termine decadenziale di tranta gionri dalla notifica dell'atto con cui si assume di essere venuti per la prima volta a conoscenza della pretesa creditoria. Il giudice ha anche ribadito che, anche laddove il giudizio fosse stato introdotto prima di detta pronuncia, non sia ammessa una sanatoria del'opposizione che, pur proposta con le forme di cui all'art.615 c.p.c., non fosse depositata entro il temrine di trenta giorni.

Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:
vincenzo farro (08/06/2018 - ore: 18:10)
per nulla ;più vincoli, meno spazi di impugnativa





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.