Questo articolo ha una media di giudizio:


  Articolo redatto da:
  Avv. Maria Saracino



Bolletta contestata? L’ente erogatore può interrompere la fornitura solo se ha avvertito il cliente della sostituzione del contatore.

11/06/2018 - Interessante Ordinanza ex art. 700 c.p.c. del 06.07.15 emessa dal Tribunale Civile di Roma.


Nell’ambito di un procedimento cautelare volto ad evitare il distacco di energia elettrica per presunta morosità, la Corte di merito romana, accogliendo il ricorso, ha ritenuto che, nell’ambito del fumus boni iuris, il credito dell’ente somministrante non potesse considerarsi accertato, poiché la sostituzione del contatore non era avvenuta in contraddittorio con il somministrato. Sussiste, inoltre, il periculum in mora, ogni qualvolta sia complesso l’accertamento del danno e la durata del processo di merito lasci prevedere uno scarto eccessivo tra danno subìto e danno risarcito.



Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.