Questo articolo ha una media di giudizio:


  Articolo redatto da:
  Avv. Maria Saracino



L’opposto può sequestrare i beni dell’opponente, se la provvisoria esecuzione è stata revocata?

24/06/2018 - Il Tribunale di Perugia accoglie l’istanza cautelare, e ci dice il perché, con ordinanza del 19.01.2011.


La revoca della provvisoria esecuzione nel corso di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo non impedisce la concessione di una misura cautelare tesa a salvaguardare diversamente il credito vantato dall’opposto. Lo stabilisce il Tribunale di Perugia concedendo il sequestro conservativo dei beni mobili e immobili dell'opponente, ritenendo che l'esistenza del fumus boni iuris non risultasse inficiata dalla predetta revoca, essendo la stessa dipesa esclusivamente da motivi sopravvenuti e da sottoporre al definitivo esame del Giudice del merito. Risulta di particolare interesse l’ordinanza in commento, poiché suggerisce al creditore che ha subìto la revoca dell'esecutività del titolo, di ottenere comunque una garanzia per il futuro soddisfacimento delle proprie ragioni.




Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.