Questo articolo ha una media di giudizio:
 ( 5 )

  Articolo redatto da:
  Avv. Alessio Tranfa



Giusta causa di licenziamento del lavoratore - Cassazione, Sezione Lavoro, sentenza n.12786/2019

22/05/2019 - La violazione dell'elemento fiduciario deve deliberatamente arrecare pregiudizio all'azienda e minarne il decoro


In questa interessante sentenza la Corte di Cassazione afferma che l'offesa proferita dal lavoratore nei confronti del datore di lavoro, per poter costituire valido motivo di licenziamento per giusta causa, deve essere non rilvelatrice, ad esempio, del suo convincimento di una disfunzione amministrativa dell'azienda o dettata da una semplice (ancorché volgare) abitudine lessicale, bensì connotata da intenti realmente offensivi, aggressivi, manifestamente disonorevoli e tali da arrecare allo stesso un pregiudizio o un danno al suo decoro.




Per visualizzare questo documento, devi fare l'accesso: LOGIN >


Quanto ti è piaciuto questo articolo?   



Visualizza altri commenti:





DIVENTA REDATTORE
Contribuisci alla crescita del portale
Chiedi di diventare Redattore. Il portale cresce grazie anche a Te. Invia una email a: comitatoscientifico@maurovaglio.it.
I requisiti minimi per valutare la tua richiesta sono: appartenenza ad un albo professionale o certificabile riconoscimento come opinion leader in un settore professionale.